venerdì 20 marzo 2015

Primavera!

Ah, che bello, oggi è primavera. Il sogno della mia infanzia era che la primavera venisse il 20 marzo.
Ora non ci sono più i presupposti perché questo mi rallegri come avrebbe fatto allora, ma è ugualmente una bella cosa.
Sono germogliati i semi di ruscus, che avevo messo a pregerminare nel panno umido il 16 di dicembre. Avevo letto che avrebbero impiegato dai 9 ai 12 mesi, invece se la sono cavata con soli tre mesi.

Ho potato la salvia, mi hanno detto che va potata a s. Giuseppe e in effetti qualche miglioramento si nota. HO seminato l'achimenes, trapiantato la cicoria catalogna di Galatina, e la rapa marruzzullare, ho raccolto la cicoria biondissima e la borragine, poi la tetragonia e le bietoline.
Di solito con la borragine si preparano i ravioli. Non riuscirei proprio a fare i ravioli, in questo periodo, così l'ho passata in padella, ci ho aggiunto del grana e una falsa besciamella fatta con acqua, farina di riso glutinoso, aromi, sale e noce moscata. La besciamella vera è più adatta, ovviamente, ma non tollero più il lattosio e questo è un buon compromesso.
Ho cotto dei ditalini rigati nell'acqua di bollitura della borragine, li ho conditi con il composto alla borragine e li ho messi un po' a gratinare nel forno a microonde combinato.
Non sono ravioli, ma il gusto di borragine c'è ugualmente, se non si pretende la perfezione ma ci si accontenta di una buona cena direi che questo intruglio non era male.
Continuo a vangare e a liberare dalle infestanti.
Ho scattato qualche foto ma ora non ho tempo di controllarle e caricarle, forse domani.
Sono spuntati tutti i semi di Angelo: due tipi di biete e due di rucola.

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per il tuo commento.

26 maggio

Ben nascosto sotto a questa piantina di cui non ricordo il nome, c'è un Chamaecereus Silvestrii fiorito. Fave