giovedì 30 giugno 2016

Trovata la zucca amara.

Mi piace aggiungere i fiori di zucca ai miei piatti.
La produzione è abbondante, e spesso ce ne sono anche per i vicini.
Da qualche giorno il nostro cibo era rovinato dalla presenza di fiori di zucca amari.
Già, perché non li preparo più nè fritti in modo tradizionale, con olio, né "fritti" senza olio, come facevo l'anno scorso. Li aggiungo alle minestre, alle verdure passate in padella o crudi nell'insalata, così non è possibile scartare il singolo fiore amaro, perché cuocendo assieme si rovina tutto il piatto.

Tra l'altro amari in modo subdolo, non uniformemente. Ne assaggiavo un pezzetto di ognuno, sembravano buoni, ma il piatto pronto risultava amaro.
Oggi eravamo lì ad assaggiare i fiori, con la ferma intenzione di non mollare fino alla scoperta del colpevole, e abbiamo notato questo particolare.
Come il fungo di Alice nel Paese delle meraviglie, che mangiato da un lato la faceva crescere e dall'altro la faceva rimpicciolire, i nostri fiori da un lato erano dolci e dall'altro incredibilmente amari.
Ecco l'incriminata.



Già estirpata.

Per fortuna si tratta dell'unica zucca che non ho seminato io!
Capita ogni anno di avere una pianta di zucca o di zucchina amara, e  sappiamo che sarebbero amari anche i frutti, non ha senso lasciarla e rischiare di intossicarsi.




Ecco un articolo che spiega bene la situazione:
http://www.tio.ch/News/Ticino/Attualita/1045294/Zucchine-fatali-quella-volta-che-ci-si-avveleno-in-Ticino/

mercoledì 29 giugno 2016

Fiori e sapone

Ho rifatto il sapone. 
Un esperimento composto da 5 saponette, ognuna con oli essenziali diversi, più una al cocco.
Sono soddisfatta del sapone in sé, perché l'ho già provato e sulla mia pelle è eccezionale. Con il sapone acquistato ho sempre avuto dei problemi.

Non sono molto soddisfatta riguardo la persistenza del profumo. 
Citronella, Ylang ylang ed Eucalipto citriodora praticamente non si sentono.

Riguardo la composizione ho usato sempre la mia ricetta segreta.
Solita precisazione: in realtà non c'è nulla di segreto. Non specifico perché sui libri dicono che con la mia ricetta non è possibile fare il sapone.
A me viene benissimo e lo faccio, non lo dico solo per non scatenare polemiche.

Questi sono i saponi base. Stavolta ha raggiunto il nastro in un attimo,infatti non sono nemmeno riuscita a lisciarlo bene, perché era molto denso. 
Stessa ricetta della volta scorsa, che non si era minimamente addensato. Mah.

Il sesto è un sapone leggermente diverso. Ho aggiunto alla ricetta "segreta" dell'olio di cocco, dove avevo messo in infusione il profumatissimo legno di Calycanthus occidentalis, secco e triturato.



Prima sorpresa: quello al cocco è diventato trasparente. Vedremo col proseguire della stagionatura. Il profumo è buono, per ora, ma non ho trovato notizie riguardanti possibili controindicazioni all'uso del legno di Calicanto come profumo per il sapone.




Il sapone al cocco non si solidificava. Ero stanca di tenere in giro lo stampo da 6 così l'ho trasferito in uno stampino singolo. 


Dopo l'abbondante fioritura primaverile stanno rifiorendo le rose Golden celebration.









Le  bellissime Rudbeckie doppie avute da un'amica, in compagnia della Kniphofia che sta rifiorendo, stavolta con infierescenze di dimensioni normali.

I gladioli della nonna

Un fiore di Oenothera glazioviana micheli con 8 petali anziché 4

La serra è tutto un fiorire di cicoria

Una novità dalla banca dei semi, la Martinia proboscidea.

Altro fiore di Hemerocallis.

Bordura a Nord


Verbasco. Credo Verbascum Nigrum

Un'altra cucurbitacea misteriosa: Il frutto è giallo fin da prima che sbocci il fiore. Per ora sembra sana. 

Le ultime semine, carote e amaranto, stanno spuntando.
Sto raccogliendo l'ultima cicoria che ho seminato, e cetrioli di tutti i colori.

sabato 25 giugno 2016

Qualche nuova foto

Ho raccolto le more! Solo quelle mature, ovviamente.




Crocosmia

Zucca Hokkaido. Secondo me anche questa è ibrida.
Gladiolo

Spuntato: carote e Acanthus

venerdì 24 giugno 2016

Altre foto in ritardo






Piselli odorosi


Parassiti vegetali: piante di Parthenocissus, luppolo e Phytolacca americana invadono il parco e inglobano piante e cespugli.
Ogni giorno strappo qualche liana, ma non sono in grado di affrontare la guerra a piante così terribili


I primi fiori di settembrini



Hosta


Cetrioli



In questo vaso c'era un rizoma di canna da zucchero e alcuni semi.
Il rizoma non è germogliato, finora (quindi temo che non lo farà più.
Dai semi erano nate tre piantine, ma sono state divorate, da non so quale insetto. O forse piacciono ai gechi? Non ho visto nè larve nè altri parassiti, in zona.


Fiori di zucchine siciliane. Fioriscono la sera, la mattina iniziano già ad appassire.


Ho iniziato a raccogliere la basella, alba e rubra. Spero che la alba faccia i semi.
Non so se possono ibridarsi, sono piantate vicine.

martedì 21 giugno 2016

Estate


No, questo campo di girasoli non è mio.

Inizio d'estate disastroso per l'orticello. Le piogge continue e alcune grandinate hanno distrutto le mie piante di pomodoro. Non penso che si salverà qualcosa. Penso che raccoglierò solo i piccoli pomodori eterni in vaso, perché quelli in piena terra sono anch'essi in condizioni disperate.
Non so cosa fare. Vorrei eliminarli, non credo che si riprenderanno.
Anche alcune piante di zucchina sono messe male, e consideriamo che di solito non soffrono per l'eccesso di acqua.

Si salvano i fiori sulla stradina, e nelle immediate vicinanze, con la loro scompigliata esuberanza.

 

Ho trapiantato altra cicoria.

Tricyrtis 'normale'!

Sembrava che quest'anno fiorisse solo la Tricyrtys Raspberry mousse.  Invece è semplicemente Fiorita prima.ora è il turno di quella norm...