venerdì 8 gennaio 2016

Menta citrina

Ieri ho raccolto verdure  miste: tetragonia, bieta barese vernina e senape bianca. Le ho saltate in padella e usate per condire il riso

Ho raccolto anche dei topinambur, che cucinerò quasi sicuramente oggi, a piccolissimi cubetti, saltati in padella, per condire la pasta.



La novità: ho raccolto per la prima volta la menta citrina.
Non l'avevo mai assaggiata perché non potrei mangiare la menta, ma nel vederla così rigogliosa in questa stagione ho pensato che, essendo questa la varietà citrina, potesse essere meno dannosa rispetto alle comuni varietà di menta.
Non avendo nessuna idea sul come utilizzarla ho pensato al classico "latte e menta" che per un certo periodo fu la mia merenda alle scuole elementari.
Ora sono intollerante al lattosio, così ho preparato un po' di latte di riso, con farina di riso glutinoso, acqua, un filino di sale e un cucchiaino di zucchero. Ho ftto cuocere in un tegamino e ho lasciato raffreddare un po'.
Ho messo la menta e ho frullato.

Non so come classificare il risultato dell'esperimento.
Non sapeva di menta nè di bergamotto, non era speciale ma era tutto sommato buono. Forse in primavera la menta sarà più profumata? Ci si può riprovare.

Sto aprendo entrambe le porte della serra anziché una sola, nella speranza di ostacolare la muffa che sta intaccando alcune zone.



2 commenti:

  1. Ciao, mai sentita questa menta io ho la cervina che è fin troppo profumata...quasi fastidiosa tu la odieresti ;)
    Sai che ho preparato il purè di topinambur con latte d'avena e un po di cannella: buonissimo!! è piaciuto molto anche alla mia vicina, buona notte luisa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! Me la diede quell'amica che ora abita vicino a te. Menta citrina o menta al bergamotto. Credevo di poterla assaggiare impunemente, visto l'aroma più delicato e sicuramente diverso da quello della menta tradizionale. Purtroppo non è stato così, sono ancora qui a combattere con i crampi allo stomaco.

      Il purè di topinambur non lo sopporto...
      Sarebbe la preparazione più comoda e veloce, ma proprio non ce la faccio.
      Infatti ti ringrazio ogni volta per la ricetta del sughetto, che faccio o solo con i topinambour a piccoli cubetti passati in padella, diciamo in bianco, oppure con il pomodoro, cotti ma non tanto da assomigliare a un purè.

      Buonissimi anche tagliati a fettine, infarinati e disidratati lentamente in padella finché diventano leggermente dorati e croccanti. D'accordo, non è necessario essere sempre presenti, uso una fiamma davvero bassissima e basta fare un'apparizione ogni tanto, ma ci vuole tantissimo tempo! Da quando conosco il sistema del sughetto li faccio sempre così!

      Elimina

Grazie per il tuo commento.

Mirto

 Quest'anno raccolto scarsissimo, ma comunque le poche e piccole bacche hanno lasciato un buon profumo in casa.  Ho preparato due piccol...