sabato 4 ottobre 2014

4 ottobre

Stamattina ho raccolto zucchine siciliane e fiori di zucca. Ci ho cucinato una frittata.
Ho anche preparato un dolce, inventandolo al momento.
Non è stata una grande invenzione e l'unico ingrediente autoprodotto è stato lo sciroppo di sambuco.
Ho fatto una specie di crepe-pancake-frittella cotta in padella, preparata con:
Una piccola mela frullata, un uovo,  sciroppo di sambuco concentrato, un pizzico di sale.
Ci ho aggiunto della pasta madre, (in questo periodo contiene farina bianca e quella "farina di canapa" che a mio avviso è crusca di canapa e non farina) e un altra di farina bianca.


Non è stata una grande invenzione. La consistenza è rimasta collosa ed erano un po' troppo dolci.
La mela non era dolcissima, ma lo sciroppo di sambuco l'avevo fatto con infusione a freddo di fiori di sambuco, succo e buccia di limone e zucchero.
Forse andavano farcite con qualcosa. Magari con dello yogurt, che avrebbe mascherato la consistenza collosa. Non so, perché non ne avevo e non ho potuto provare. Non certo con marmellata, essendo già troppo dolci.
L'aroma era comunque fantastico: lo sciroppo di sambuco è una cosa stupenda e stasera mangiate fredde erano molto più buone.

Oggi luna crescente e una gran voglia di seminare. Come fare? Così ho guardato il calendario biodinamico. Se non ho sbagliato era giorno di radice!
Ho potuto dare sfogo a questo mio insopprimibile impulso seminando carote (da semente autoprodotta) e dei ravanelli che avevo lì da anni.
Li ho seminati nella zona dove ci sarà la serra, subito dopo quella "lattuga bassa verde" che avevo trapiantato la settimana scorsa.
Non pretendo raccolti eclatanti. Spero che queste carote e ravanelli facciano almeno qualche foglia.

Ma quando la febbre delle semine colpisce è difficile accontentarsi di due piccole semine.
Una carissima amica mi ha regalato proprio oggi dei semi che si possono seminare in autunno, e ho subito provveduto.
Il lilium candium l'ho messo dove avevo il lilium star gazer.
Nella ciotolona delle semine ho poi interrato la digitalis e dei semi di cui non sapeva il nome.
Come forma mi ricordano un po' i semi di Gaura, il colore è un po' più scuro.

Si accettano scommesse.

Subito dopo aver seminato il lilium candidum  mi giro e noto che i semi di zephyranthes candida sono maturi.


Li raccolgo e faccio per metterli in una bustina quando noto che uno sta già germogliando.


Non mi sembra il caso di mandarli alla banca dei semi. Staranno in giro minimo fino a Natale, forse anche fino a metà gennaio... no, meglio seminarli subito. Li ho seminati nello stesso vaso della pianta madre. Di solito le bulbose da seme impiegano tantissimo a fiorire, ho in giro migliaia di vasi... non ne volevo uno nuovo. Non li ho mai seminati, non so quanto impiegano a fiorire da seme.
Di questi ebbi i bulbi un paio di anni fa, sempre tramite la banca dei semi.

Alzo la testa dalla Zephyranthes e controllo meglio una cosa curiosa che ho notato già da tempo.
Tutte le mie rose hanno le foglie divorate dall'argide.
Tutte tranne la rosa Sanguinea, che le ha intatte!
Chissà qual è il segreto che la rende immune.
Chiedo scusa per le foto da cellulare


Nuove fioriture:
Tanacetum parthenium,


canna,

Un pelargonium con un fiore nero

E crisantemi






Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per il tuo commento.

Se non puoi cucinare i pizzoccheri

È sempre la solita storia: non posso mangiare cose integrali, con i semi, con i pezzettini...  però la pasta con le verdure si può fare.  An...