lunedì 24 settembre 2018

Saponificazione a raffica e ritorno della luce

Ho rinunciato a fare il sapone per un periodo piuttosto lungo. Avevo un po' di scorte da finire e ho preferito rinunciare e usare quelle. Ieri volevo fare una piccola quantità di sapone da bucato, perché proprio l'avevo finito, e una piccola quantità di saponette, perché dovevo regalarne un paio a un amico.

Io ho l'abitudine di fare maturare il sapone nell'auto parcheggiata al sole, in modo che all'interno si crei la temperatura ideale. Ieri mattina il sole era all'inizio incerto, ma poi sembrava mettersi al meglio, così ho iniziato a preparare tutto. Una serie di inconvenienti, per esempio il distacco della lama dal mio frullatore a immersione, ha causato un po' di ritardi nell'operazione.

In preda ad un attacco creativo ho provato a togliere la lama dal frullatore e inserirla nel trapano. Certo, la lama girava vorticosamente, ma non avendo la sua coppa attorno l'azione risultava inefficace e il nastro non si riusciva ad ottenere. Ho preso il frullatore che dedicavo alla cucina, l'ho declassato ad uso saponificazione e ho terminato l'operazione. Non so se a causa di questo ritardo o del sole non troppo caldo, il sapone non è venuto benissimo.
Per la prima volta ho fatto una saponetta con addizionato olio di alloro, cioè burro laurino. Sono stata un po' imprudente, Perché il mio fornitore non lo venderà più fino a gennaio e me ne è rimasto davvero poco.




 Essendo stagionato a caldo ho già potuto provarlo, funziona, è buono, fa una bella schiuma e tutto, però non ha il bell'aspetto del sapone che si può regalare a un amico.

Così oggi ci ho riprovato. Volevo farlo all'olio d'oliva, ma ne avevo in casa veramente poco, così ho fatto metà oliva e metà cocco. Aromatizzato con un mix di menta e mandorla amara. Ora è in auto che sta maturando. Speriamo bene

Ho preparato anche dei Sali da bagno frizzantini, con vari aromi, ma alcuni li ho umidificati troppo ed è iniziata la reazione. Temo quindi che faranno meno bollicine quando verranno utilizzati.
Aggiornamento: dopo un paio d'ore il sapone era già perfettamente solidificato. L'ho sformato, ho usato qualche briciolina per prova, e già faceva un po' di schiuma.
Sono soddisfatta.



p.s. dopo mesi di "buio pesto", Finalmente è stata ripristinata l'illuminazione notturna sulla stradina. Ora ci sembra di fare nuovamente parte del mondo.

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per il tuo commento.

Se non puoi cucinare i pizzoccheri

È sempre la solita storia: non posso mangiare cose integrali, con i semi, con i pezzettini...  però la pasta con le verdure si può fare.  An...