sabato 13 ottobre 2018

Potature

Il mio nuovo seghetto a batteria è fantastico e mi aiuta molto.
Il taglio è veloce e preciso. Nelle foto: fico e tamerice

Sono migliorata anche nella capacità di salire su una scala, cosa che prima non riuscivo a fare a causa delle vertigini, ma molte altre limitazioni restano, e potare per me è un lavoro più lungo che per la media degli altri potatori.

Devo sacrificare moltissimo il mio fico-mostro, che cresce alla velocità della luce. Non era mai diventato un albero, nemmeno da mio zio, che me ne diede alcune piantine. Formava un cespuglio, poi moriva. Per quello mio zio me ne dovette dare alcune piante, spesso non viveva abbastanza a lungo per formare nuove piantine che avrebbero sostituito quella originale. Sapendo che sarebbe diventato così enorme probabilmente non l'avrei messo nel mio piccolo orticello.
Comunque ora c'è, e nonostante le pressioni che ricevo per eliminarlo completamente, per ora mi limito a ridimensionarlo drasticamente.

Ecco uno dei rami che ho tagliato qualche giorno fa, occupa tutto lo spazio del parcheggio.


Poi l'ho tagliato per fare legna. Ho avvisato la vicina che la legna di fico le rovinerà il camino, ma la vuole ugualmente.

Ora resta un ramo solo, da eliminare, ma è pressoché inaccessibile. Dovrei poter usare una scala singola o una agricola, ma le vertigini non sono ancora domate a sufficienza per consentirmi certe acrobazie. L'alternativa è tagliare ancora più in basso, ma sarebbe veramente troppo.

6 commenti:

  1. Tanto buoni i frutti, tanto traditrice la pianta.

    RispondiElimina
  2. Che seghetto usi? Dovrei prenderne uno e non so orientarmi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per la visita, e scusa se rispondo solo adesso. Non ricevo le notifiche e non avevo visto il tuo commento. Ho acquistato il seghetto a batteria al Lidl. Lo aspettavo da tempo, perché l'aveva una mia compagna di avventura (una delle altre autrici de Il giardino svelato).
      Per ora mi sto trovando benissimo. Ovviamente essendo a batteria non consente un utilizzo intensivo. In caso di necessità si può acquistare una batteria di ricambio. In ogni caso la ricarica è abbastanza veloce, in un'ora la batteria è pronta. Il servizio clienti fornisce l'indirizzo del venditore dei ricambi. Che dire, io per ora mi sto trovando benissimo. Avevo la sega elettrica a catena ma avevo troppo paura ad usarla. E' anche troppo pesante per me che ho problemi alle mani. La mancanza del filo lo rende maneggevole. La lama in dotazione è un po' corta. Ho segato anche rami ben più grossi degli 8 cm consigliati, ma facendo un po' fatica. Adesso ho acquistato delle Lame di ricambio più lunghe e posso affrontare anche rami più grossi. Al momento la mia esperienza è molto positiva.

      Elimina
  3. Grazie quindi lo cercherò anch'io

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Periodicamente torna in vendita, e probabilmente si può trovare analogo anche presso altri rivenditori. Visto che la mia socia del Giardino Svelato si era trovata così bene io ho preferito aspettare per averlo uguale.

      Elimina

Grazie per il tuo commento.

Banca dei semi!!!

Finalmente è arrivato IL BUSTONE, come viene chiamato in gergo. L'ho trovato sul davanzale, lanciato dal mio postino acrobatico Nicolas....