sabato 16 gennaio 2021

Vecchiume

Ho un vecchissimo maglione che non riesco ad abbandonare.

Va bene, sono tirchia, ma non è solo tirchieria. Ho forse due dozzine di maglioni, anche fatti a mano, ma sono nascosti nel baule, perché nessuno eguaglia il mio preferito.

I polsi sono in uno stato pietoso e il resto non è meglio.

In attesa di decidermi ho tagliato via le vecchie cuciture e le ho rifatte. Tutte. 

Speravo di renderlo inservibile e buttarlo, invece ora che  é leggermente più stretto, è ancora più confortevole.

Il polsino ristretto. (La macchia è una goccia di acqua)


Sto lavorando dei nuovi polsini, ma non mi convincono. Non ho un filo di colore adatto, e quello originale è irrecuperabile. 




Morale:

Se avessi cucito un nuovo maglione avrei impiegato più o meno lo stesso tempo e avrei un maglione nuovo.

Sono a mio agio solo quando utilizzo materiali di recupero. Se un tessuto è nuovo/bello/pregiato, riesco a rovinarlo. Non capita solo a me. Sarà una forma di ansia.


Moralo:

Mi bezonus proksimume la saman tempon por kudri novan puloveron kiel por refari ĉi tiun.

Mi nur komfortas uzante reciklitajn materialojn. Kiam mi uzas novan, belan aŭ altvaloran ŝtofon, mi certe detruas ĝin. Ne nur okazas al mi. Eble ĝi estas formo de angoro.




4 commenti:

  1. Io ti ammiro per la tua creatività,non so recuperare le cose.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fai bene. Io mi attacco alle abitudini e mi sembra di non poter sostituire il mio maglione preferito.
      Meglio cambiare.
      😘

      Elimina
  2. E' un ottimo tentativo di resistere al tempo, Jaja.
    :)
    UUiC

    RispondiElimina

Grazie per il tuo commento.

Foglie di ipomea batata

 Patata Americana. Sembrano poche,  ma perché sono sistemate bene. Non sono male. Durante la cottura emanano l'odore tipico delle verdur...