giovedì 22 dicembre 2016

Il maglione della vicina

Mi piacciono molti tipi di lavori manuali, ma a causa di problemi alle mani e alle braccia per molto tempo ho dovuto rinunciare a questi miei hobby.
Ora ho sto avendo un piccolo miglioramento, gli impegni nell'orto scarseggiano ed è per me una grande soddisfazione tornare a realizzare qualcosa di non troppo impegnativo.

Una vicina alla quale sono molto affezionata mi ha chiesto di modificare un suo maglioncino e non senza perplessità ho accettato, perché lei un tempo lavorava benissimo a maglia, e temevo di non essere all'altezza. 

Il maglioncino in questione non era adatto all'abbigliamento invernale di una persona anziana, perché molto scollato, e non è stato semplicissimo ridurre questo scollo.


La lavorazione all'inizio sembrava tenere la forma, mi illudeva che andasse tutto bene, ma dopo un certo numero di giri iniziava inesorabilmente ad allargarsi. Non so quante volte ho disfatto per ridurre il numero di punti. 
Altro problema la forma: la signora all'inizio voleva coprire sono la parte bassa dello scollo e non i lati, ma non è stato possibile.
Diciamo che il risultato non è stato immediato, ma alla fine sono rimasta soddisfatta, e spero lo sia anche la mia vicina. E' una persona molto gentile e ho sempre potuto contare su di lei.




2 commenti:

  1. Bella idea!noi giardinicole in questo periodo orientiamo in altri ambiti la nostra vis creativa!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo! La creatività prima di tutto. Se non c'è il clima adatto ai fiori ci dobbiamo arrangiare e creare altrove.

      Elimina

Grazie per il tuo commento.

Torta salata

Con tubero e foglie di batata.  Le patate normali non mi hanno mai fatto impazzire, le patate dolci nemmeno, ma queste batate non dolci sono...