lunedì 12 ottobre 2020

Che profumo!

Pochi minuti fa ho aperto un vasetto di salsa di pomodori neri sbucciati parte sotto.

 



A parte che non ricordo cosa intendessi dire, ed avendolo scritto meno di tre mesi fa, la cosa è grave... devo dire che appena ho tolto la capsula si è sparso un profumo delizioso. Ma davvero! Direi commovente.


Forse in foto non si sente il profumo, ma si vede che l'ho subito assaggiata. Il sapore non è da meno.

Da quando passo i pomodori crudi, con un procedimento molto più semplice e meno pericoloso del suo, (non narro perché noioso), mia mamma non mangia più la salsa autoprodotta. Fantastica scelta, ce n'è di più per me!

Buon appetito!


P.s. passo i pomodori crudi, poi li faccio cuocere. Li cuocio dopo passati. Non li metto in barattolo crudi, andrebbero a male! Attenzione al botulino!

10 commenti:

  1. In buccia e semi di pomidoro ci sono preziosi micronutrienti come il licopene che hanno numerosi pregi salutistici.
    Consiglio: prenderli bio (senza veleni che si concentrano nella buccia) e frullare tutto senza buttare alcunché.
    Più semplice, più veloce, più economico, meno spreco di prodotto, più gustoso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I miei sono assolutamente bio, perché non uso nessun prodotto, nemmeno quelli consentiti in agricotura biologica, sono relativamente lontana dal traffico (considerando che si parla di quasi Milano) e ormai passano soltanto 1-2 aerei al giorno.
      Ma... ho i diverticoi irritabili. 15 gg. fa ho mangiato qualche fragola e ora sono nei guai.
      Proprio non posso includere semi e bucce, nemmeno frullati.

      Elimina
  2. Procedimento di mamma più pericoloso? Ohibò! Pericoloso?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ebbene sì... consiste nel mettere a bollire in molta acqua i pomodori (pomidoro mi piace tantissimo, ma sono troppo timida per usarlo). Poi si ribalta il contenuto del pentolone in uno scolapasta. Non si possono togliere con una schiumarola, perché si romperebbero, vanno proprio ribaltati. I frutti bollenti cadono, e partono schizzi ustionanti.
      Ovviamente il pentolone che raccoglie l'acqua bollente sotto allo scolapasta è sul fornello o nel lavello, quindi il pentolone da scolare va sollevato parecchio in alto, schizzi a livello occhi in agguato. In quell'acqua si scotta il nuovo carico di pomodori.
      Poi... il successivo procedimento è meno pericoloso, ma tortuoso e complesso.
      p.s. poi la pasta l'ha mangiata ugualmente.

      Elimina
    2. L'acqua di cottura dei pomidoro ne contiene una parte importante di sapore.
      Un anno seguii un metodo basato su scolatura in scolapasta, più veloce, ma il sapore se ne andò via con l'acqua, la conserva, meno liquida, ebbe poco sapore, decisamente mediocre.

      Elimina
    3. Anche io ho scolato la polpa dopo averla passata da cruda. la differenza sta nel fatto che questo succo crudo è buono e saporito, e l'ho bevuto o mangiato, non so come definire. Una parte l'ho usato per cuocere la pasta al posto dell'acqua. Facendolo Addensare si è trasformato in un sughetto buonissimo. I pentoloni di acqua che usava mia mamma si buttavano e basta. Nonostante l'estrazione del prezioso liquido di vegetazione, la mia salsa è venuta buonissima e profumata. Almeno quell'unico barattolo che ho aperto finora. Come ho fatto nel commento precedente, tengo a precisare che stasera non ci vedo è che non so cosa ho scritto. Spero sia comprensibile.

      Elimina
  3. Ciao Claudia, ti scrivo per avere più informazioni riguardo a come piantare le batate. Posso comprare i tuberi, metterli in acqua e piantare le talee? Grazie delle informazioni. Te lo chiedo perché ho visto che hai risposto sul blog blogredire :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! O trovi le piantine come Marino (ma io non le ho mai viste) o fai proprio così.
      Ci sarebbero anche i semi, ma con i semi non ho mai avuto successo.
      In pratica devi trovare delle batate non trattate con antigermogliante, altrimenti non germogliano e non marciscono. Le puoi lasciare seppellite per un anno e le ritrovi esattamente come le hai messe. In pratica, sono mummie.
      Puoi anche piantare la batata intera, ma in genere consigliano di fare le talee.
      Se riesci a capire qual è il fondo e qual è la cima la puoi mettere direttamente a germogliare nell'acqua, come facevamo da bambini.
      Io di solito sono molto indecisa, quindi la avvolgo nel mio consueto panno umido, metto il tutto in un sacchetto, e dopo pochi giorni iniziano a spuntare i germogli. E lì finalmente capisco quale sia la parte che va in alto!😅 E quando i rami cominciano ad allungarsi li puoi tagliare e mettere a loro volta in acqua. Dall'attaccatura delle foglie in pochi giorni spuntano le radichette.
      Prova! È è un po' che non lo faccio, Devo piantarle anch'io, l'anno prossimo. 😉👋

      Elimina
  4. Grazie, farò come mi hai spiegato. Ti terrò informata :)

    RispondiElimina

Grazie per il tuo commento.

Mirto

Ho raccolto il mirto. Quest'anno erano 250 gr.  Tutti mi avevano consigliato di usarlo per fare l'omonimo liquore, ma alla fine ho d...