lunedì 29 giugno 2020

Ho fatto il sapone!

L'organizzazione è tutto: se ci si organizza e non si cercano risultati estetici, fare il sapone non è faticoso. Per me non è facile, ma in effetti basta avere un foglio di calcolo già predisposto, o altro modo per fare i conti, e una tabella di marcia per evitare di fare confusione. 
Ho preparato gli ingredienti, ho riposato un po' la gamba,  poi ho frullato il tutto.
Il processo è stato rapido, il composto si è addensato subito ("nastro").
Ho fatto una parte di sapone da bucato, e all'altra ho aggiunto olio di cocco per alleggerire, favorire la schiuma e trasformarlo in saponetta. Avevo deciso di non usarlo più, l'olio di cocco, ma ci sono ricascata. Vedremo.
Nessuna formina carina, solo l'essenziale. 
Il sapone, nonostante il "nastro" velocissimo e l'ottimo calore uniforme di cui ha goduto in auto, non si é indurito altrettanto velocemente. Sono riuscita  ad estrarlo dalle ciotole solo dopo 24 ore. Non mi era mai successo, ma altri lo sformano dopo diversi giorni, quindi niente di terribile.

Quello rotondo è da bucato, alla canfora, quello quadrato è per la doccia, alla mandorla. Persino leggermente decorato con mica verde. 
L'ho già provato e sembra ottimo. Il profumo è un po' leggero.

Altro trucco per semplificare il tutto è quello di non cedere alla tentazione di lavare gli oggetti usati.


 
Io faccio in modo di sporcare il meno possibile, da lavare ho solo la brocca dove mescolo acqua e soda, e quella la lavo, poi un cucchiaio, e il frullatore a immersione. Se gli oggetti sporchi di pasta di sapone vengono lavati subito, è necessario usare molto detersivo per togliere il grasso che non è ancora saponificato. Riuscendo ad ignorarli un giorno o due, la sostanza si trasforma in sapone e non ha bisogno di altro sapone per essere lavata via. In genere, dopo la trasformazione, più lenta perché avviene a temperatura ambiente, metto gli attrezzi da lavare a mollo nel catino dove ho fatto il sapone stesso. Questa acqua saponata é ottima per lavare il pavimento o per mettere in ammollo il bucato.

Ho usato 1700 gr. di olio di arachide e 50 di cocco. Ad ora ho 2300 gr. totali di sapone. Dalle foto non sembra, vero?
Finalmente lo dico: dopo tanti esperimenti, ora uso l'olio di arachide. Il sapone viene benissimo, con buona pace di chi dichiara che non si può fare.
Ottimo anche lo strutto, ma io sono grassa, mi sento a disagio nell'acquistare lo strutto. 
Mi piace tantissimo, fare il sapone. Sono proprio contenta.

4 commenti:

  1. Per consumare 2,3kg di sapone impiegherei anni. ((8|

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Trovato il commento

      Tieni conto che è quasi l'unico prodotto che uso.
      Faccio quasi ogni giorno un po' di bucato a mano, a volte lo uso anche in lavatrice, ci lavo i pavimenti e i davanzali, e tutti i sanitari/lavello, spesso anche i piatti. Ogni tanto mi faccio una doccia, A volte me ne chiedono un panetto.
      Finisce subito.

      Elimina
  2. Anche qui scrissi un commento, se ricordo bene.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero prima o poi di scovarlo. Continuano ad arrivarmi solo una piccola parte delle notifiche 😠

      Elimina

Grazie per il tuo commento.

Mirto

Ho raccolto il mirto. Quest'anno erano 250 gr.  Tutti mi avevano consigliato di usarlo per fare l'omonimo liquore, ma alla fine ho d...