giovedì 30 giugno 2016

Trovata la zucca amara.

Mi piace aggiungere i fiori di zucca ai miei piatti.
La produzione è abbondante, e spesso ce ne sono anche per i vicini.
Da qualche giorno il nostro cibo era rovinato dalla presenza di fiori di zucca amari.
Già, perché non li preparo più nè fritti in modo tradizionale, con olio, né "fritti" senza olio, come facevo l'anno scorso. Li aggiungo alle minestre, alle verdure passate in padella o crudi nell'insalata, così non è possibile scartare il singolo fiore amaro, perché cuocendo assieme si rovina tutto il piatto.

Tra l'altro amari in modo subdolo, non uniformemente. Ne assaggiavo un pezzetto di ognuno, sembravano buoni, ma il piatto pronto risultava amaro.
Oggi eravamo lì ad assaggiare i fiori, con la ferma intenzione di non mollare fino alla scoperta del colpevole, e abbiamo notato questo particolare.
Come il fungo di Alice nel Paese delle meraviglie, che mangiato da un lato la faceva crescere e dall'altro la faceva rimpicciolire, i nostri fiori da un lato erano dolci e dall'altro incredibilmente amari.
Ecco l'incriminata.



Già estirpata.

Per fortuna si tratta dell'unica zucca che non ho seminato io!
Capita ogni anno di avere una pianta di zucca o di zucchina amara, e  sappiamo che sarebbero amari anche i frutti, non ha senso lasciarla e rischiare di intossicarsi.




Ecco un articolo che spiega bene la situazione:
http://www.tio.ch/News/Ticino/Attualita/1045294/Zucchine-fatali-quella-volta-che-ci-si-avveleno-in-Ticino/

6 commenti:

  1. Non conoscevo la zucca amara, accidenti a lei!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Accidenti davvero!
      E' amara in modo incredibile.

      Elimina
    2. É capitato anche a me per la prima volta in tanti anni che le faccio.... buone da un lato e amarissime all'altra estremità. Oltretutto l'amaro ti impesta la bocca e ti toglie il senso del gusto per un po'!

      Elimina
    3. Eh, purtroppo capita! Bisogna fare attenzione, assaggiare in più punti fiori, foglie e frutti prima di cucinarli, direttamente dalla pianta, e quando la si individua, estirparla. Lo stesso potrebbe accadere con i cetrioli o altre cucurbitacee.
      Una quindicina di giorni fa, regalarono dei cetrioli a una vicina. Per fortuna non li digerisce, e li ha dati a me. Pensavo di metterli sott'aceto e restituirglieli, perché quelli sott'aceto li digerisce.
      Fortunatamente li ho assaggiati. Per cercare di recuperarli li ho tagliati a cubetti, scottati in abbondante acqua e risciacquati. Per tre volte. Erano ancora amarissimi e li ho buttati.

      Elimina
  2. Ho raccolto dei fiori amari(disgustosi)come si possono riconoscere

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che io sappia, i fiori amari alla vista sono assolutamente identici agli altri.
      Dicono di non autoprodurre la semente, perché nella riproduzione non controllata posso riemergere i geni delle varietà selvatiche, ricche di cucurbitacina. Alcuni amici però smentiscono questa affermazione, o perché autoproducono da decenni, o perché hanno riscontrato il problema nelle piantine acquistate.
      Io inizio con l'assaggiare i semi (se non sono trattati!). Infatti anch'essi possono essere amari. Poi assaggio le foglie e a suo tempo i fiori. Dal fiore stacco dei pezzettini in più punti, senza raccoglierli.
      Ho notato che i fiori con un lato amaro, dall'altra parte sono molto dolci. Lo noto se assaggio prima il lato dolce, perché l'amaro è talmente intenso che dopo averlo assaggiato, non ha senso continuare ad assaggiare, non si capirebbe.
      Se in qualsiasi stadio trovo dell'amaro, elimino. Elimino i semi o estirpo la pianta.
      Quest'anno il problema non si è presentato.

      Elimina

Grazie per il tuo commento.

Tricyrtis 'normale'!

Sembrava che quest'anno fiorisse solo la Tricyrtys Raspberry mousse.  Invece è semplicemente Fiorita prima.ora è il turno di quella norm...