mercoledì 29 giugno 2016

Fiori e sapone

Ho rifatto il sapone. 
Un esperimento composto da 5 saponette, ognuna con oli essenziali diversi, più una al cocco.
Sono soddisfatta del sapone in sé, perché l'ho già provato e sulla mia pelle è eccezionale. Con il sapone acquistato ho sempre avuto dei problemi.

Non sono molto soddisfatta riguardo la persistenza del profumo. 
Citronella, Ylang ylang ed Eucalipto citriodora praticamente non si sentono.

Riguardo la composizione ho usato sempre la mia ricetta segreta.
Solita precisazione: in realtà non c'è nulla di segreto. Non specifico perché sui libri dicono che con la mia ricetta non è possibile fare il sapone.
A me viene benissimo e lo faccio, non lo dico solo per non scatenare polemiche.

Questi sono i saponi base. Stavolta ha raggiunto il nastro in un attimo,infatti non sono nemmeno riuscita a lisciarlo bene, perché era molto denso. 
Stessa ricetta della volta scorsa, che non si era minimamente addensato. Mah.

Il sesto è un sapone leggermente diverso. Ho aggiunto alla ricetta "segreta" dell'olio di cocco, dove avevo messo in infusione il profumatissimo legno di Calycanthus occidentalis, secco e triturato.



Prima sorpresa: quello al cocco è diventato trasparente. Vedremo col proseguire della stagionatura. Il profumo è buono, per ora, ma non ho trovato notizie riguardanti possibili controindicazioni all'uso del legno di Calicanto come profumo per il sapone.




Il sapone al cocco non si solidificava. Ero stanca di tenere in giro lo stampo da 6 così l'ho trasferito in uno stampino singolo. 


Dopo l'abbondante fioritura primaverile stanno rifiorendo le rose Golden celebration.









Le  bellissime Rudbeckie doppie avute da un'amica, in compagnia della Kniphofia che sta rifiorendo, stavolta con infierescenze di dimensioni normali.

I gladioli della nonna

Un fiore di Oenothera glazioviana micheli con 8 petali anziché 4

La serra è tutto un fiorire di cicoria

Una novità dalla banca dei semi, la Martinia proboscidea.

Altro fiore di Hemerocallis.

Bordura a Nord


Verbasco. Credo Verbascum Nigrum

Un'altra cucurbitacea misteriosa: Il frutto è giallo fin da prima che sbocci il fiore. Per ora sembra sana. 

Le ultime semine, carote e amaranto, stanno spuntando.
Sto raccogliendo l'ultima cicoria che ho seminato, e cetrioli di tutti i colori.

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per il tuo commento.

Foglie di ipomea batata

 Patata Americana. Sembrano poche,  ma perché sono sistemate bene. Non sono male. Durante la cottura emanano l'odore tipico delle verdur...