venerdì 17 luglio 2015

Asimina


Quest'anno i frutti di Asimina triloba sono raddoppiati, due anziché uno!
Se continuiamo così (4 - 8 - 16 - 32 - 64....) entro pochi anni ne avrò da regalare.
Peccato che di solito i frutti non seguono regole matematiche.

Qualche altra foto.
L'agapanthus

La canna di Palmira
 Le canne thailandesi


 Il solito bombo sul solito fiore di Echinacea purpurea. Non resisto, mi piace troppo fotografarli.


Liriope


Persicaria filiformis


Cuore di bue rosa di Berna.

Un Centranthus striminzito

Un tortarello

Carote. Non sono speciali, per gli standard comuni, ma nel mio terreno è insolito avere carote così "grandi".

I semi di Belamcanda

9 commenti:

  1. Carote stupende,molto di moda,visto che ora si usano stortine e biforcute.
    Fortunata le mie sono quasi inesistenti.
    E poi....ma quanti fiori hai!!!!!
    Passerai la tua giornata ad annaffiare tutti i vasi.
    E' sempre un bel vedere le foto dei tuoi fiori ed ortaggi.

    RispondiElimina
  2. Grazie per tutti i tuoi gentili commenti!
    Non sapevo di avere carote di gran moda!
    Una era addirittura quadriforcuta...
    Buone sono buone, l'aroma è intenso.

    I vasi non li ho mai contati. Sono davvero tantissimi.
    Chissà che meraviglia di piante hai tu...

    RispondiElimina
  3. Mi è venuta in mente una cosa riguardo l'annaffiare i vasi.
    Quasi tutti si scandalizzano per il fatto che uso i sottovasi.
    Non solo perché alcuni sono assai bizzarri e altri decisamente enormi! Anche solo per i sottovasi in generale.
    Dicono che le piante vanno annaffiate con un cucchiaio d'acqua, per evitare i ristagni.
    Io riempio i sottovasi e creo ristagni, tanto con questo caldo se li riempio al mattino al pomeriggio le piante sono già appassite. Non fanno in tempo a nascere le zanzare.
    Già devo annaffiare minimo una volta al giorno ma anche due, pensa se mettessi un cucchiaio d'acqua per vaso. Non farei in tempo a finire il giro che le prime sarebbero secche.

    RispondiElimina
  4. Che meraviglie!anch'io non resisto ai bombi!

    RispondiElimina
  5. Piena di sottovasi anche io.
    Qui poi umidità zero quindi annaffiare di continuo con sottovasi pieni
    Dalla sera,quando annaffio,al primo pomeriggio del giorno dopo le piante sono già flosce,tanto le zanzare ci sono lo stesso.
    Le mie piante più belle sono quasi tutte in terra,non è necessaria la serra in inverno,
    quindi restano fuori.
    Il mio orgoglio è una Pomelia,così si chiama in Sicilia da dove proviene.
    E' figlia di un furto di mio nonno,classe 1902,dall'Orto Botanico di Palermo.
    Quando fiorisce è una vera meraviglia,anche perchè si dice che fuori dalla Sicilia non fiorisca.

    RispondiElimina
  6. La Pomelia sarà la Plumeria?
    Chissà che bella.
    Se è lei dalla mia amica pugliese fiorisce benissimo, ma lei le ritira.
    Sarà che le sue sono giovani.

    RispondiElimina
  7. Si è la Plumeria ma a casa mia si chiama Pomelia come in tutta la Sicilia.
    Bianca il famoso Frangipane.
    E' piantata contro la casa al sole per sicurezza in inverno la copro con un leggero telo non telo quasi un velo ed è bellissima.
    Si capisce che la amo come i miei nipoti ed i miei cani? Anche i gatti veramente.

    RispondiElimina
  8. Quando fiorisce c'è un profumo che si sente in tutta la casa anche se è fuori

    RispondiElimina
  9. Meraviglia! Io non ci provo nemmeno.
    So che alcuni temerari la coltivano anche qui al Nord, ma richiederebbe troppe cure, non me la sento!

    RispondiElimina

Grazie per il tuo commento.

Mirto

Ho raccolto il mirto. Quest'anno erano 250 gr.  Tutti mi avevano consigliato di usarlo per fare l'omonimo liquore, ma alla fine ho d...