mercoledì 23 gennaio 2019

La zuccona bis

Ecco i semi. Piuttosto irregolari ma dolci.


Cosa ne ho fatto, della zucca?
Diciamo che non sto ancora bene, quindi ho privilegiato la velocità, e l'uso di quello che avevo. È nota la mia abitudine di non buttare il cibo. Non significa mangiare verdura marcia! Significa usarla o conservarla finché è buona. Così anche ora che non ho una grande disponibilità di ingredienti, la fortuna mi ha assistito. Ecco cosa ho inventato con quello che avevo.

Una pizza veloce, ovviamente cotta in padella, con zucca lessata e formaggio, buttati lì alla bell'e meglio, fatta perchè la mia pasta madre era ormai all'asfissia e dovevo rinfrescarla, così mi sono fatta coraggio.

Zucca cotta in padella con cipolla. Anche la cipolla avrebbe presto detto addio ai suoi giorni migliori.

L'ho accompagnata con riso bollito, ma solo perché mia mamma ne aveva cucinato troppo e me l'ha ceduto. Io non avrei avuto la forza di cucinare  altro, l'avrei mangiata con dei cracker.


Ho fatto anche una specie di confettura di zucca e arance, sempre perché mi sarebbe dispiaciuto buttare quelle bucce biologiche così aromatiche. Poi avevo tutta quella zucca dal fantastico colore arancione, dal gusto abbastanza neutro, in grado di smorzare l'intenso aroma delle bucce (e cisi ho evitato tanti cambi di acqua)
5,3 kg di zucca sono indubbiamente tanti. Se tenua in frigo dura, è vero, ma così l'ho utilizzata, e con buoni risultati, non per ripiego.

Diciamo che, nonostante il malessere e la scarsità di ingredienti, per ora non ho saltato i pasti (e se l'avessi fatto non mi avrebbe danneggiato, anzi).

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per il tuo commento.

Gnocchetti... verdi

Avevo avanzato un po' di patate vitelotte e batate. Ho messo assieme degli gnocchi, con aggiunta di albume e un po' di farina. Erano...