martedì 21 gennaio 2020

Recupero maglione

Avrei tante cose da scrivere, ma per un motivo o per l'altro non scrivo quasi mai. Non che siano cose importanti: il mondo va avanti tranquillamente, con o senza i miei post.

Da tempo non riuscivo più a sopportare il maglione in oggetto. Era molto pesante, e io soffro il caldo; era di lana, e io sono allergica alla lana; era di lana (l'ho già detto?), e quindi era antipatico da lavare; era piuttosto scollato, cosí mi causava un grande sbalzo termico tra la parte coperta e quella scoperta, era pieno di pallini e parzialmente infeltrito.
Se poi aggiungiamo che questo maglione non era solo soletto come tutti i maglioni che si rispettino, ma aveva un gemello omozigote altrettanto fastidioso... possiamo capire che il tormento era elevato al cubo.

Finalmente, qualche giorno fa, ho deciso di sbarazzarmene definitivamente. Non avevo un piano preciso: ho semplicemente staccato le maniche, per renderlo inutilizzabile. Appena fatto, mi è caduto l'occhio su un mucchietto di calzini spaiati. Non sono mai stata una grande spaiatrice di calzini, ma in questo periodo sto recuperando il tempo perso e li sto spaiando a una velocità incredibile.
Ben 5 su due lavatrici. Il 100 %.




Così ho deciso di trasformare quelle maniche in caldi calzettoni.

Ho iniziato infilando i piedi negli ex polsi, imbastendo per delimitare l'eccesso. Ho tagliato l'eccesso e tolto l'imbastitura.
Già, ho preferito sagomarli dal diritto. Non so nemmeno io il perché: i miei piedi dovrebbero assomigliarsi, e quindi avrei potuto farli a rovescio, poi raddrizzarli e mettere quello tagliato a sinistra sul piede destro.
In ogni caso, per cucirli come faccio io, l'imbastitura va tolta. Quindi farli dal diritto o dal rovescio non cambia un granché.
Un calzettone è già fatto perché anche le foto non erano programmate.

Ho imbastito la sagoma del piede

Ho tagliato l'eccesso e sfilato il piede

Ho tolto l'imbastitura

Questo tipo di cucitura si fa dal diritto ed è la migliore, secondo me, per cucire i maglioni. Se fatta bene risulta praticamente invisibile.

Si prendono due fili da lato sinistro...

Poi due dal lato destro. Fino ad esaurimento (dei fili)


In pochi minuti ho ottenuto un paio di calzettoni molto caldi e neanche tanto brutti, considerando come vengono di solito quelli ricavati dalle maniche. Quasi non mi danno prurito, perché i miei piedi sono meno delicati, e li laverò senza farci molto caso, perché anche se si infeltriscono pazienza. E, finalmente, mi sono liberata di uno dei due orrendi maglioni.

Ciao ciao dai miei "piedini".
Il resto del maglione l'ho già tagliato. Mi piacerebbe ricavarne un gilet da appioppare a mia mamma. Già, è ora che se lo goda un po' lei, visto che fu proprio lei ad appiopparmi all'epoca i due malefici maglioni.
Vedremo, chi vivrà vedrà.

2 commenti:

Grazie per il tuo commento.

Mirto

Ho raccolto il mirto. Quest'anno erano 250 gr.  Tutti mi avevano consigliato di usarlo per fare l'omonimo liquore, ma alla fine ho d...