mercoledì 11 novembre 2020

Mele in gelatina

Non so come chiamare questa preparazione. Forse è qualcosa che assomiglia a una Charlotte.  Siccome io cucino sempre seguendo l'ispirazione del momento, non sono pratica di ricette vere.

Ho queste piccole mele molto profumate. Me le ha regalate il mio amico Vittorio, che le coltiva personalmente in montagna.

Non sono tutte uguali, ma alcune di esse sono un po' difficili: la polpa è dura, sono aromatiche ma... non aspre, forse agre. Ho pensato di cuocerle, ma l'idea delle mele cotte non é molto invitante. Così, avendo usato da pochi giorni l'agar-agar, ho pensato di trasformare queste mele cotte in mele alla gelatina.

Ho semplicemente fatto cuocere le mele, ho aggiunto un po' di succo di limone e di zucchero, e un po' di agar agar. Diciamo che ho esagerato con l'agar-agar! Ne sarebbe forse bastato anche metà. Ho messo anche delle bucce di arancia quasi candite che avevo preparato l'anno scorso, e della cannella, che non mi piace nei salumi, ma poca poca nelle mele si.

Per cercare di variare un po' il tutto, ho messo un biscotto sul fondo dello stampo e tre lungo il bordo esterno. Poi ho riempito con le mele e la gelatina.

Non male. Non ho fatto.in tempo a fotografare lo sformato intero, quindi significa che non era male.


UUIC, anche qui ho  ho usato il flash.

2 commenti:

  1. Anch'io poco attratto dalla frutta cotta.
    Da qualche tempo dalla frutta (e dolci) in generale.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ottimo e salutare, evitare i dolci. Le vitamine ci sono anche nella verdura.

      Elimina

Grazie per il tuo commento.

La prima batata

Forse anche l'unica, ma siccome l'ho trovata non appena ho scostato la terra, penso che ce ne saranno altre. Non credo di avere un r...