lunedì 27 ottobre 2014

Semine e favole

Continuo, poco alla volta, a potare (accorciare i rami, non sono in grado di fare una potatura corretta) e a vangare. Finita l'aiuola 3.
Ho trapiantato in terra l'ortensia bianca di Valeria.
Ho trapiantato in vaso la basella alba che mi aveva dato Luisa, nella speranza di farle superare l'inverno. Ho anche fatto delle talee in acqua.
Estirpo e metto al rogo fragoline di bosco, taglio l'edera, Se incappo in qualche bulbo in sovrappiù li metto da parte, li darò venerdì a un'amica. 
Il Water convolvulus, spinacio d'acqua, in serra per ora si trova benissimo, ha sopportato magnificamente il trapianto.
In questi giorni ho raccolto anredera e basella rubra, borragine, cicoria e bietole.
Forse oggi aprirò una zucca.

venerdì 24 ottobre 2014

La "mosca bianca"

Finalmente il vento pare cessato. Mi è sempre piaciuto, il vento, ma adesso la vecchiaia si avvicina, la stanchezza aumenta, e tutto diventa fastidioso.
Dovrei aver raccolto tutti i vasi caduti col vento, ho ancora foglie da raccogliere. Continuo, pian piano, a vangare.

Con l'arrivo dei primi freddi la crescita della verdura rallenta e la quantità di piante a disposizione diminuisce. Ho dimezzato la quantità di verdura raccolta. In questi giorni: Anredera (in frittata), tetragonia (risotto), cavolo nero + broccolo fiolaro (minestra) e cicoria.

Non ho grandi novità, così ne approfitto per presentare una curiosa mosca che ho immortalato qualche giorno fa.
Pare che la sua identificazione sia alquanto difficile, così, fino a quando non avremo un nome perlomeno plausibile, per me sarà la "mosca bianca"
Ecco la mia domanda difficile di oggi: chi sei?


martedì 21 ottobre 2014

Boccioli di Chia e piante dalla Toscana

Oggi ho fatto parecchie foto.
Inizio con la Chia, che forse riuscirà a fiorire

Oggi ho raccolto foglie di Chia, piattello e fiori di zucca, che per pigrizia (ormai sono pochi) non raccoglievo da alcuni giorni, e ho fatto una minestra. Ho aperto i gambetti di portulata e i cetriolini in agrodolce. Sono venuti bene.

Da un po' non controllavo la zona dove ho piante nate da semi che ho ricevuto da un amico toscano.

E' nato un geco!

Lieto evento! Ho scoperto che è arrivato un nuovo geco.
Non ci speravo, perché i tre adulti se ne stavano sempre ognuno nel proprio angolo. Non pensavo che potessero procreare, senza avvicinarsi! Ho letto che alcune specie si riproducono anche per partenogenesi. Mah. Resta il fatto che sono orgogliosa del "mio" nuovo gechino.
Visto così non pare di dimensioni diverse da quelle dei suoi genitori

domenica 19 ottobre 2014

Homotoma ficus e Orthosia cerasi?

La serra è finita, sto continuando con la manutenzione, in particolare ho tentato un minimo di potatura e sto vangando l'aiuola n. 2

Sulle nervature delle foglie di fico ho trovato delle moschine che sembrano in tutto e per tutto homotoma ficus.

giovedì 16 ottobre 2014

Melanzane rosse o solanum Jiló?

Ieri abbiamo iniziato a montare la copertura della serra e oggi stiamo continuando. Non è un lavoro così impegnativo, ma ho problemi alle mani che rendono il tutto più difficile.

Ieri ho estirpato l'amaranto, recuperando tante foglioline tenere che ho cucinato semplicemente passandole in padella.
Poi ho avuto la malaugurata idea di preparare una minestra, solo per me, con una intera pianta di enothera, radice compresa.

martedì 14 ottobre 2014

Topinambour

Oggi ho raccolto i topinambour a tubero liscio che coltivo in vaso.
La coltivazione in vaso è molto più comoda perché permette di raccogliere i tuberi semplicemente ribaltando il vaso. Ho tolto i tuberi più grandi e ho rimesso la terra e i tuberi piccoli nel vaso.
Il raccolto è stato molto scarso, i tuberi erano piuttosto piccoli.
Ho pensato che questa varietà è un po' più piccola così ne ho raccolto anche un paio di quelli che ho in terra, la varietà coltivata. Erano piccoli anche loro. Forse l'estate fresca e piovosa non gli ha giovato.
Li ho sbucciati, tagliati a pezzettini, saltati in padella e ci ho aggiunto della polenta avanzata a cubetti, rosolata con olio. Stasera la cena è pronta, ci aggiungerò del formaggio e saranno solo da scaldare.

Oggi ho preparato un risotto con foglie di Chia e di Trichosanthes cucumerina.
Non male, ma devo dire che con Chia e fiori di zucca mi piace di più.

Ho coperto le piante di fagioli di Lima, che nei climi caldi sono perenni. Vedremo se in questa serra improvvisata supereranno l'inverno. E' questa la mia follia di oggi.

Ho delle piante in più: un paio di Chlerodendron trichotomum, qualche piantina di fico nero, Achillea cerise queen, campanula takesimana elizabeth, stackys lanata, fragoline di bosco e forse qualche altra cosa che ora mi sfugge.
Se qualcuno le volesse può (avvisandomi) venire a prenderle, altrimenti domani metto un annuncio per regalarle. Non le consegno.

lunedì 13 ottobre 2014

E' spuntato il raponzolo!

Lo so, ho scritto qualcosa appena poche ore fa, ma allora non me ne ero ancora accorta!
E questa è una notizia che non può aspettare fino a domani: è spuntato il Raponzolo che avevo seminato il primo ottobre!
So anche che non è una gran notizia. In primavera era spuntato, senza però sopravvivere, quindi sarà difficile che lo faccia adesso.
Staremo a vedere!

E piove piove

Non intendo lamentarmi, non c'è nessuna alluvione.
La pioggia è una normale incessante pioggia autunnale, che però mi impedisce di fare quello che dovrei.
Oggi sono riuscita a malapena a raccogliere un ricco miscuglio di verdure tra uno scroscio e l'altro:
borragine, piattello, bietole, broccolo fiolaro e fiori di zucca.
Con queste erbe più un paio di scalogni (piccoli) ho cucinato una "pasta risottata".
Non si sa mai a che ora potremo mangiare, e la pasta preparata in questo modo tiene meglio la cottura.
Per cena ho dei piselli, penso di farli in umido.

Ho ritirato le mie vaschette delle semine. La serra per ora non si potrà coprire quindi non era il caso di lasciarle sotto l'acqua battente.

Ho iniziato l'esperimento dei germogli di mais. Al contrario dei comuni germogli non vanno mangiati appena spuntati. Le foglie andrebbero raccolte alte una dozzina di cm.
Si possono crescere alla luce o al buio, ottenendo foglie verdi o gialle. Pare che il massimo sia mescolare entrambe le varietà per un insalata dai colori e sapori misti.
Il sistema che va per la maggiore consiste nel coltivarli su una base di fibra di cocco, coperti di terriccio e con l'aggiunta di concime.
Per il primo tentativo ho optato per la sola acqua, come se fossero i normali germogli.
In base ai risultati deciderò se sia necessario aggiungere il concime o se le sostanze del chicco saranno sufficienti a far raggiungere alla pianta il livello necessario di sviluppo.
Per quanto riguarda la luce abbiamo poca scelta: questi giorni sono caratterizzati da un cielo cupo, quindi la coltivazione sarà al buio.
Per questa prima prova ho usato qualche seme di Mais corvino.
Grani molto piccoli di colore nero grigiastro. Mi dispiace sprecarli così, perché si tratta di una varietà poco diffusa, ma non ho più la possibilità di seminarli.
Probabilmente anche le foglie saranno più piccole della media. Sarà forse il caso di raccoglierle prima che raggiungano i 12 cm.

Se qualcuno volesse ho mandato la mia "Dis-avventura col grano saraceno" sul blog degli Amici dell'orto

domenica 12 ottobre 2014

ll sapone fatto in casa

Anche oggi non sono riuscita a fare nulla nell'orto, credo nemmeno nel pomeriggio.
Ho solo raccolto basella alba e rubra e penso che ci farò un risotto stasera.
Per pranzo andrà bene un'insalata di pomodori, non ho ancora pensato con cosa accompagnarla. Quest'anno la raccolta di pomodori sta proseguendo, anche se ovviamente non sono saporiti come i primi.
E veniamo al fuori tema.

sabato 11 ottobre 2014

Pruno in fiore e calabrone gigante

Oggi ho avuto una sorpresa: ho visto l'albero di prugne in fiore... così posso dire con cognizione di causa che non ci sono più stagioni.


venerdì 10 ottobre 2014

Spuntano i semenzali

Aggiornamento rapido a tarda sera.

Il ramo di Anredera cordifolia che avevo sotterrato in primavera per farla radicare finalmente ha prodotto radici e bulbetti!
L'ho trapiantata un po' distante dalla pianta madre.

martedì 7 ottobre 2014

La zucca "tipo Hokkaido" verde

Oggi sono contenta: ho incontrato una delle mie "amiche di piante"
Incontro veloce, ma piacevole.

Stamattina ho aperto la piccola zucca tipo Hokkaido ibrida, quella di colore verde con macchiette arancioni nella parte esposta al sole.


domenica 5 ottobre 2014

5 ottobre

Oggi mi sono dedicata a cercare cose che avevo perso, così ho dovuto rinunciare a fare altro.
Nell'orto ho recuperato delle zucchine siciliane che stavano crescendo sul fico. Ho raccolto anche una verza e tre piselli-asparago.
Visto che non accennano a maturare nemmeno quelli che sono sulla pianta da mesi, ho pensato che questi ultimi non avranno nessuna possibilità di riuscirci e li ho voluti assaggiare.
Li ho tagliati a fettine e li ho passati in padella con un po' di acqua.
Poi ho avuto l'idea di fotografarli. Ho pensato: forse non li vedrò mai più... li fotografo.

sabato 4 ottobre 2014

4 ottobre

Stamattina ho raccolto zucchine siciliane e fiori di zucca. Ci ho cucinato una frittata.
Ho anche preparato un dolce, inventandolo al momento.
Non è stata una grande invenzione e l'unico ingrediente autoprodotto è stato lo sciroppo di sambuco.
Ho fatto una specie di crepe-pancake-frittella cotta in padella, preparata con:
Una piccola mela frullata, un uovo,  sciroppo di sambuco concentrato, un pizzico di sale.
Ci ho aggiunto della pasta madre, (in questo periodo contiene farina bianca e quella "farina di canapa" che a mio avviso è crusca di canapa e non farina) e un altra di farina bianca.

giovedì 2 ottobre 2014

2 ottobre

Finito il periodo di caccia intensiva alle cimici inizia il periodo di lenta e costante vangatura. Come le formichine che portano le bricioline, io a poco a poco vango le mie aiuole.

Oggi ho raccolto: fiori di zucca e foglie di chia. Finalmente, dopo tante minestrine, ho preparato la mia più riuscita ricetta di questa estate: il risotto con foglie di chia e fiori di zucca.

Ho raccolto anche diverse altre verdure: una piccola verza, una zucchina siciliana, borragine, erbette e foglie di trichosanthes cucumerina, 
Con tutto questo ho fatto un "minestrone"
Non so se si possa chiamare così perché non ci sono legumi, patate, sedano, carota... ma io preferisco le verdure piuttosto che tuberi, legumi e sedano cotto.

mercoledì 1 ottobre 2014

1 ottobre

Continuo a raccogliere semi, tanti semi, e qualche cimice. Per fortuna le cimici sono meno dei semi.
Passo una volta o due al giorno e ne trovo massimo 3.
Raccolgo zucchine siciliane ogni giorno. Non vengono più belle grandi ma ce ne sono tantissime.
Soprattutto se vedo che hanno una parte molto sottile le raccolgo, altrimenti in quella zona sottile all'interno diventano scure. Raccogliendole piccole sono buone.
Le cucino sotto forma di crocchette, minestra, oppure semplicemente lessate.
Non mi sono mai piaciute le zucchine lesse. Mai avrei creduto che queste, dall'aroma così cetrioloso, fossero buone lessate.
Mantengono una certa consistenza e pur essendo poco saporite sono gradevoli. Non ci metto nessun condimento.
Ho raccolto anche pomodori, un peperone, e un pochino di cavolo nero e broccolo fiolaro di Creazzo.

Ho iniziato a vangare l'aiuola n. 2.
Forse è presto ma riesco a farlo solo per pochi minuti ogni volta, così devo iniziare presto.
Probabilmente ci metterò l'aglio, ma è ancora presto, anche solo per pensarci.

Dopo consultazioni e ripensamenti infiniti ho seminato una piccola parte dei semi di Raponzolo, in una vaschetta che durante l'inverno metterò in serra.
Poi ho seminato il lupino polyphyllus.

Il gilet del pescatore

Sappiamo che i pescatori sono un po' superstiziosi: hanno i loro portafortuna e non se ne separerebbero mai. Questo mio amico è affezi...