martedì 10 gennaio 2017

Una zucca fantastica

Qualche giorno fa ho aperto questa piccola zucca di cui non conosco la varietà.
Peso 1300 gr.

Non è una bella zucca, e i soliti vicini ricchi di antica esperienza e prodighi di consigli prevedevano che fosse amara, invece è la zucca più dolce che io abbia mai assaggiato, fin troppo dolce.
E' buonissima soprattutto perché la polpa ha una giusta consistenza.
Non mi piacciono ovviamente le zucche troppo acquose e insipide, ma non amo nemmeno quelle farinose, che in genere sono le più gradite. Questa per me è perfetta.



Le foto non rendono, ma è bellissimo anche il colore, molto intenso. Ho avuto le mani arancioni fino a sera.

L'ho tagliata a piccoli cubetti e li ho semplicemente cotti in padella, con un pochino di sale e olio.

Ho cucinato metà zucca, l'altra metà la preparerò nei prossimi giorni.

I semi sono piccoli e anche loro sono dolci.


Quasi ogni anno trovo una pianta che fa fiori e frutti amari e dopo avere scoperto che accade per colpa dei semi autoprodotti, che nel tempo possono avere un'involuzione e far riemergere l'amaro delle varietà tossiche spontenee, avevo deciso di non conservarli più.
Ora sto pensando che in questo caso potrei fare un tentativo e riseminarli.
Non è detto che otterrò la stessa qualità, perché è una zucca ad impollinazione libera e accanto a lei ce n'erano molto altre varietà, ma ci vorrei provare.


2 commenti:

Grazie per il tuo commento.

La prima batata

Forse anche l'unica, ma siccome l'ho trovata non appena ho scostato la terra, penso che ce ne saranno altre. Non credo di avere un r...