lunedì 28 novembre 2016

In serra

Quest'anno mi sono impegnata a documentare le semine in serra. Potevo evitare, visto che quasi tutto si è estinto. In particolare i vari cavoli, divorati dalle limacce.

Ora in serra, oltre alle piante solite (anredera, erba aglina, sedano rosso, capperi, cardo scozzese... ) sono rimasti:
- Pomodori. Già. Lo dico subito, così mi tolgo il pensiero. Sono nate tantissime piante di pomodoro. All'inizio le estirpavo, perché erano nate tra i miei cavoli e li soffocavano. Ora le sto lasciando, visto che i cavoli non ci sono più. Ci penserà il freddo a stroncarle.


- Carote
Ovviamente sono piccoline, ma sono nate benissimo e sembrano in buona salute.
Raccoglierò qualche fogliolina, finché sono tenere.


- Cavolo a getti
Anche lui mangiucchiato!


Non ho avuto scelta, ho dovuto mettere l'antilumaca. In serra è ancora peggio che  all'aperto, ma io non lo mescolo alla terra, lo metto in piattini o coperchietti. In serra non serve nemmeno coprirli, perché non piove.

Ne ho diverse altre piantine in una vaschetta, nei prossimi giorni sostituirò quelle mangiate.


- Cicoria.
Sembra piccolissima, ma è perché la raccolgo spesso, voglio evitare che invecchi, rischiando di marcire.

- Coste.
Qui avevo buttato dei semi di rafano vecchissimi che come c'era da aspettarsi non sono germinati. Così ci ho buttati abbondanti semi di coste, altrettanto vecchissimi. Ecco, le coste sono spuntate tutte.

- Lattuga
La stagione non è la migliore, la lattuga non è certo bellissima, ma cresce e si lascia raccogliere. In primavera è già pronta e ai primi caldi esplode. 
Mio papà la chiamava insalata di Pasqua, già da quando non avevamo ancora la serra. 



- Tetragonia.
Immancabile! Si autodissemina in quantità incredibile. Sto sempre attenta, cerco di raccogliere più semi possibile, ma ne cadono sempre a migliaia.
L'ho raccolta proprio ieri e oggi già si potrebbero raccogliere alcune foglie.

Nei prossimi giorni i pochi e striminziti fiori.




Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per il tuo commento.

La prima batata

Forse anche l'unica, ma siccome l'ho trovata non appena ho scostato la terra, penso che ce ne saranno altre. Non credo di avere un r...