domenica 2 giugno 2019

Formiche

Le formiche in serra non sono minimamente estinte. 
Le tengo a bada, posso quasi sempre entrare in serra, ma sono ancora molto numerose.
Lo stratagemma della vaschetta dove si acquistano le piantine è validissimo.
Le formiche la amano, nonostante i miei continui atti di disturbo e "sterminio," e ogni giorno, nelle ore più calde, vi portano le uova e le larve.
Io cerco di entrare senza toccare le vaschette, altrimenti la marea di formiche mi assale.
Verso mezzogiorno prendo velocemente le vaschette e le metto nel secchio con acqua leggermente saponata, per staccare le formiche.
Dove tolgo le vaschette resta un tappeto di larve, che le formiche superstiti si affrettano a riportare nelle profondità della tana.
Non riesco proprio a filmare questo pullulare di insetti, in un attimo mi sono addosso, mordono, e devo staccarle.
Sono riuscita a catturare alcune larve e uova su un nastro adesivo.
Come dicevo, non voglio annientarle, mi basta poter entrare in serra quando ne ho bisogno  almeno la metà delle volte in cui ne avrei bisogno.



6 commenti:

  1. Credo che sia necessario un sistema un po' meno compassionevole.Così rischi di non liberartene più,si riproducono all'infinito e sono miliardi.Piretro!! senza pietà.Inoltre ti riempiranno di afidi ed allora sarà veramente bruttissimo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per la visita, non ti firmi ma mi sembra di conoscerti. Dici? Io ho afidi un po' di tutti i colori, ma non tantissimi. Ho il mirabolano, che si riempie di afidi molto presto, nutre tante coccinelle (asiatiche) e da marzo/aprile si risana, lasciando orde di coccinelle affamate pronte a fiondarsi su rose, edera, sedano, tanaceto, e quant'altro osi ospitare afidi. Quest'anno non ne ho avuti nemmeno sulla cicoria. È quasi d'obbligo che la cicoria si ricopra di afidi, quando va in semenza. Terrò conto del tuo consiglio: se la situazione non si risolverà mi rivolgerò al piretro. Grazie

      Elimina
  2. La penso come sconosciuto. Borace, in farmacia, metti la polvere con dello zucchero in un piattino, e ti reimpossessi dei tuoi spazi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai quante volte ci ho provato, in passato, con la borace? La mettevo col miele, se ne divoravano un piattino al giorno, e ingrassavano 😪
      Ho un dossier con tutti i metodi, anche i più assurdi, per eliminare le formiche, frutto di ricerche approfondite, fatte quando l'anno scorso mi avevano invaso la casa. È stato veramente un incubo. Dovevo aspirarle con l'aspirapolvere a qualsiasi ora del giorno e della notte, perché mi salivano nel letto. Alla fine ho scoperto che entravano attraverso l'impianto elettrico. Non potendo tappare tutte le prese e tutti gli interruttori, dopo aver provato inutilmente ogni tipo di rimedio, anche insetticidi da casa, ho dovuto mettere un veleno ad uso agricolo nel locale caldaia, loro tappa intermedia tra l'orto e l'impianto elettrico che le conduceva poi in casa. Arrivata a quel punto non avevo altra scelta, ma stavolta sono in serra, non in casa, per ora sono ancora in grado di gestirle eliminandone solo piccole quantità.
      Si stancheranno? Cambieranno tana? Lo spero...

      Elimina
  3. L'unico rimedio che ho trovato utile per risolvere il problema formiche è riuscire a trovare la loro tana e riempirla di veleno per formiche

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Senza dubbio è il rimedio più efficace! Però anche metterlo nel locale caldaia è servito. Ho ancora una buona quantità di quell'anti formica ad uso agricolo che utilizzai nel locale caldaia, ma da quando ho iniziato a coltivare non ho mai utilizzato prodotti chimici nel terreno, mi dispiacerebbe arrendermi solo per eliminare qualche formica.

      Elimina

Grazie per il tuo commento.

La prima batata

Forse anche l'unica, ma siccome l'ho trovata non appena ho scostato la terra, penso che ce ne saranno altre. Non credo di avere un r...