sabato 2 giugno 2018

Potatura e Syritta pipiens

Per prima cosa: Auguri all'Italia, che ne ha bisogno.
Poi: non voglio sembrare polemica e irriconoscente, è che le potature mi intristiscono.
Lo scrivo subito, qui in alto, come premessa.
Stamattina il mio vicino, il solito  "vicino gentile" ha convocato dei potatori con attrezzature particolari, per potare il suo enorme pino.

Alla fine tutto è bene quello che finisce bene. Nessuno si è ferito. La serra ha subito qualche danno, ma l'abbiamo raddrizzata. Alcune piante di pomodoro sono state capitozzate. Proprio quest'anno che non ne ho molte, ma non importa: resteranno basse.
Altro effetto collaterale... mi hanno gentilmente potato il ramo grosso del mirabolano, quello che avevo rinunciato ad eliminare l'autunno scorso, perché era troppo grande e avevo paura. C'era qualche frutto superstite e la stagione forse non è la migliore, ma pazienza, meglio così.
Io soffro nel potare (o vedere potare) gli alberi, ma a volte non si può fare altrimenti e sono contenta che il mirabolano sia sistemato.

La soluzione ci sarebbe: evitare di piantare alberi dove non potranno esprimersi liberamente.
Non l'ho fatto, e ora dobbiamo, l'albero ed io, subirne le conseguenze.


Ecco una foto di un Sirfide: Syritta pipiens, maschio.


Nessun commento: