venerdì 9 febbraio 2018

Semine

In questi giorni sto seminando molto. Non faccio nemmeno l'elenco perché per ora si tratta di semi sui quali faccio poco affidamento, acquistati online da siti che non mi ispirano o ottenuti tramite scambi non del tutto affidabili. Esperimenti.

Mi entusiasmo invece per i semi arrivati ieri mattina, che sono di provenienza controllata e garantita, e li ho subito seminati:
Allium atroviolaceum Boiss





 e Peperone corno di capra, (qui  non serve la foto, sono uguali a tutti i semi di peperone)
arrivati direttamente da Angelo degli Amici dell'orto due.
Anche se in base alla mia esperienza per la semina dei peperoni sono in ritardo di almeno due mesi, non ho resistito alla tentazione.

Altra novità riguardante i semenzali: ho costruito una mezza "grow room" per meglio indirizzare la luce della mia lampada per la crescita.
Avevo un parasole tipo alluminio per il parabrezza e l'ho messo semplicemente attorno ad alcuni semenzali.

E' quasi completamente aperta, il parasole non riesce a circondarli completamente, inoltre la uso solo quando il tempo è così cupo da rendere senza senso il portare i semenzali in serra*. Il riscaldamento in quella stanza è spento, quindi non c'è pericolo che le piantine soffrano il caldo.
I vicini penseranno che io stia coltivando canapa... tranquilli, sono normalissime verdure.

*Alcuni semenzali, per velocizzare, li metto in auto.
Domanda difficile: i vetri dell'auto bloccano qualche "raggio" o componente luminosa indispensabile alla crescita delle piantine? A me sembra che stiano bene, ma vorrei esserne certa.
Rispondete numerosi!
Grazie!

2 commenti:

Antonella Favero ha detto...

Che ridere il fatto di portare i semenzali in auto a rincorrere un raggio di sole sembra una gag di mr Bean

Claudia ha detto...

Già!!! :D lol