giovedì 16 ottobre 2014

Melanzane rosse o solanum Jiló?

Ieri abbiamo iniziato a montare la copertura della serra e oggi stiamo continuando. Non è un lavoro così impegnativo, ma ho problemi alle mani che rendono il tutto più difficile.

Ieri ho estirpato l'amaranto, recuperando tante foglioline tenere che ho cucinato semplicemente passandole in padella.
Poi ho avuto la malaugurata idea di preparare una minestra, solo per me, con una intera pianta di enothera, radice compresa.


La minestra è risultata molto piccante e piuttosto amara.
Sicuramente una pianta di enothera è troppa per una porzione di minestra. Inoltre, anche se la pianta era giovane, la stagione potrebbe non aiutare.
Oggi ho raccolto le 12 melanzanine rosse, ancora non so se siano melanzana tipo rossa di Rotonda oppure Gilo'. Sembra che siano solanum Jilo.
In ogni caso sono piccolissime e tutte e 12 assieme hanno raggiunto il peso di 120 grammi, piccioli compresi.

E' stato un fallimento. Tempo perso per sbucciarle, togliere i semi e cucinarle. Volevo usarle per condire la pasta stasera invece le ho buttate, sono amare. Per fortuna le ho assaggiate prima di mescolarle alla pasta.
I raccolti fuori stagione non mi stanno premiando.
Per stasera ho ancora dell'amaranto avanzato da ieri, era veramente tanto.

Ora aggiungo un fuori tema, perché si tratta di preparazione senza uso dei miei prodotti dell'orto.
Ho cucinato una finta maionese.
Non sono vegetariana nè vegana, ma ho pensato che la maionese acquistata in barattolo non sia il massimo quanto a genuinità degli ingredienti.
Così ho rifatto l'esperimento.
In un piccolo pentolino di acciaio ho messo acqua e farina di riso glutinoso, ovviamente senza pesare.
Ho acceso il fuoco e ho aggiunto curcuma e curry, mescolando.
Ecco: il colore si è fatto notare solo ad addensamento avvenuto, quindi è risultata troppo gialla, ma non importa, il sapore era ottimo. Occorre tenere presente questo fatto per non esagerare un'altra volta, perché anche l'occhio vuole la sua parte.
Ho aggiunto del sale. A questo punto il tutto mi sembrava troppo denso e ho messo altra acqua, poi ho lasciato raffreddare. Quando è stata fredda era molto più liquida di quando era calda... tenendo conto che mancava ancora un po' di olio e di aceto di mele che l'hanno ulteriormente allungata ritengo che eventuali aggiunte di acqua vadano fatte solo all'ultimo momento.
Ma... che buona!
L'avevo già fatta in agosto, ma usando il riso glutinoso in chicchi, prima bollito e poi frullato, e non era venuta così buona, anzi!
Stavolta davvero buonissima.


Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per il tuo commento.

26 maggio

Ben nascosto sotto a questa piantina di cui non ricordo il nome, c'è un Chamaecereus Silvestrii fiorito. Fave