venerdì 2 marzo 2018

Lenzuola con gli angoli

Le domande difficili non solo le pongo, a volte le ricevo. Io non sono poi così esperta, nè di coltivazioni né di altro, ma in molti mi domandano consigli sugli argomenti più disparati, anche se spesso devo ammettere di non sapere nulla.
Ormai da circa un anno penso che potrei tenere una rubrica, tipo "La posta del cuore... di BUE" in onore del mitico pomodoro, e oggi voglio inaugurarla! Con una domanda facile posta da un'amica che spesso mi onora delle sue visite qui sui Fiori di Iaia.
Mi ha chiesto se so cucire le lenzuola con gli angoli e l'elastico.
Sì, le faccio, ma preferisco quelle con il "quasi angolo" e senza elastico.
Io ho già cercato di spiegarle come fare, ma credo di avere fatto un po' di confusione. Ho modificato un po' i disegni che le ho mandato, e vediamo se così si capisce meglio.
Come quasi tutte le cose, farlo è semplicissimo, il difficile è essere in grado di spiegarlo.

Si prende un lenzuolo, o una tela da lenzuolo. Se ha un diritto e un rovescio, il diritto va messo in alto e il rovescio si appoggia al materasso. 
Si mette la stoffa centrata rispetto al materasso, così si otterranno dei bordi di altezza uniforme. Ci si può aiutare misurando.


Si piegano in su i lati di testa e piedi. Nessuno vieta di piegare i fianchi, ma siccome sono più lunghi mi pare meno scomodo piegare testa e piedi.

Il lenzuolo con i quasi angoli deve essere ben teso, quindi il bordo del tessuto va ripiegato un centimetro oltre la fine del materasso



Riepilogo:

E' ora di cucire, ecco un ingrandimento dell'angolo. La linea di cucitura è, più o meno, indicata dalla sottile linea rossa.
Partendo qualche centimetro prima della fine del materasso, fare una cucitura leggermente curva.
L'entità della curva dipende dal tipo di materasso, e di solito non è un arco di cerchio perfetto. Prima di cucire si possono mettere spilli o imbastiture, ma occorre tenere conto che questo lenzuolo va messo ben teso, le cuciture provvisorie tendono a cedere e il risultato definitivo sarà più aderente rispetto all'imbastitura.
Finito il tutto, se c'è bisogno si fa un orlo attorno, e se ancora si sente la mancanza dell'elastico lo si può mettere, fisso oppure tipo Fa e disfa.

Ma... come si fa a capire se l'angolo va bene? Per provarlo e per utilizzarlo basta prendere i bordi ripiegati sopra e tirarli oltre gli angoli del materasso.

Bordo piegato in su e cucito. I piedi del letto in questa foto sono a sinistra

Abbasso il bordo

Il lenzuolo calzato. La cucitura si vede sul lato. 

Quello nelle foto è il mio coprimaterasso, quindi è un po' stropicciato. Non avevo voglia di toglierlo e metterlo nuovo solo per la foto.
Io ho tenuto il bordo un po' ampio, che copre anche la rete, ma per molti può essere scomodo. Si può tenere il bordo più stretto, per coprire solo il materasso, oppure risvoltare il bordo in eccesso sotto il materasso, oppure mettere un elastico che tenga il bordo fissato sotto al materasso. 
In realtà è un ottimo sistema per utilizzare lenzuola piccole, perché è sufficiente che arrivino a coprire il bordo del materasso. Un amico mi ha da poco chiesto di recuperare alcune lenzuola che avevano i bordi rotti e ho fatto così. Non so quanto dureranno: se la tela inizia a rompersi da una parte, presto si romperà anche altrove, ma intanto le sta usando e si trova bene. L'importante è saperlo.

Perché io non metto l'elastico?
Provate a stendere, stirare, piegare, conservare nell'armadio un lenzuolo con l'elastico, e provate a fare lo stesso con uno di questo tipo, poi scegliete il vostro modello preferito. Se si preferisce mettere l'elastico si può, ma forse è meglio utilizzare l'angolo "normale" o almeno eliminare il tessuto dopo la cucitura, ma credo che, dopo aver provato questo, in pochi vorranno degli angoli normali sulle proprie lenzuola.



4 commenti:

Luisa Maccagnan ha detto...

Sei semplicemente mitica!!!!! GRAZIE ;-)))

Claudia ha detto...

Grazie! per i complimenti e per l'entusiasmo.

Luisa Maccagnan ha detto...

Condivido questa meraviglia di tutorial!!!


http://ipasticcidiluisa.blogspot.it/2018/03/lenzuola-con-angoli.html

Claudia ha detto...

Che onore! Hai provato? ti trovi bene?