sabato 4 agosto 2018

Rallentare la prefioritura

Un amico virtuale tempo fa era alle prese col cavolo cinese.
Come noto tende a fiorire anzitempo, cioè prima che si siano potute raccogliere le foglie a scopo alimentare. Poi lui (non me ne volere!) ci ha messo del suo.
Ripetuti trapianti in vasi piccoli, e per di più in serra. I trapianti, uniti alla poca terra, alle temperature della serra e ai conseguenti sbalzi tra umidità e siccità hanno portato alla fioritura anticipata.
Lui ha eliminato solo i boccioli in cima. Io suggerisco di eliminare tutto lo scapo.
Siccome da ogni foglia dello scapo usciranno altri fiori, io ho l'impressione che togliendo solo la cima la pianta sia già pronta ad emettere altri fiori, e, persi i primi, si concentri nell'emettere gli altri.
Credo che togliendolo completamente possa darsi per vinta e dedicarsi a produrre foglie.
Vero che, spesso, emette tanti altri piccoli scapi secondari, ma almeno è un tentativo.
Non avevo una pianta di cavolo cinese nel giusto stato per mostrare il taglio al mio amico, così l'ho fatto con una di... cicoria.
Tanto il concetto è lo stesso.
Nelle foto si dovrebbero intuire dei cerchi attorno ai piccoli germoglietti che spuntano da ogni foglia.
(A lui avevo mandato le foto ingrandite, i cerchietti si vedevano bene, qui le ho ridimensionate.
Siccome ora sta ricapitando ad altri, sfrutto le stesse foto che avevo mandato a lui in privato.

Morale: non garantisco nulla, ma se devo tentare io faccio così.

P.s. Prego notare le fantastiche forbici da potatura a incudine. Io non ne ho mai avute di migliori. La battuta a incudine è una gran bella cosa. Sono comodissime e non si stortano tagliando rami legnosi.
Come taglia il mio amico
Come taglio io.

Nessun commento: