mercoledì 8 agosto 2018

Ricoperture: ciabatte

Molti anni fa acquistavo la famosa rivista Burda, che all'epoca era in tedesco, lingua che io non capisco.
Su quella rivista ogni tanto venivano proposte scarpe e persino montature degli occhiali ricoperte con la stessa stoffa dell'abito.
Non conosco la tecnica utilizzata, di sicuro è migliore della mia.
Ma io non ricopro scarpe eleganti, mi limito a rinnovare le calzature da orto quando si macchiano indelebilmente. Ne ho già fatte alcune paia.
Queste ciabatte, e qualcuno le ricorderà, sono stravecchie e supercomode. Erano decorate con allegri pomodori. Le acquistai con un'amica dell'epoca, che si era un po' scandalizzata per la mia scelta! le promisi che le avrei tinte di nero invece... le ho tenute con il colore originale per anni, e ora che mi sono decisa... no, non le ho rese più sobrie! Ora sono disseminate di cavalli alati, rosa per di più.
La mia cara amica, quella "non tecnologica", che non usa nemmeno il cellulare, conoscendo la mia mania per le borse ricavate dalla stoffa degli ombrelli, mi aveva regalato un delizioso ombrellino da bimba, ovviamente rotto. Ecco il risultato. Anziché ricavarne una borsa ho rinnovato  le ciabatte.

Utile per isolare un pochino dall'umidità quando annaffio l'orto.
Ovviamente sono della stessa misura! La sinistra sembra più grande perché per mostrarla la sto sollevando con il piede :-)


Nella foto mancavano ancora un paio di cuciture. Sono cuciture impegnative, per me, perché il tessuto è un po' spesso e quindi difficile da cucire.

2 commenti:

Sara ha detto...

Sono bellissime! La creatività è una virtù, io ne ho poca!

Claudia ha detto...

Grazie... Sono certa che esprimi la tua creatività in altri modi, sicuramente più utili di questo.