giovedì 28 luglio 2016

Son tornate le biscoruote

Sono a dieta e non cucino più nulla, ma mi hanno chiesto le biscoruote, così le ho rifatte.
Biscotti molto semplici e veloci, dal gusto leggero e naturale, leggeri anche come peso, perché lievitano tantissimo.
Sconsigliati per chi è abituato ai sapori dolci dei prodotti acquistati, adatti anche ai vegani.

Questa versione cucinata in padella è particolarmente adatta alla stagione estiva.
Servono: padelle antiaderenti con fondo un pochino spesso, con coperchio.
Ho provato a mettere la carta forno ma il risultato non mi è piaciuto.
Farina preferita
Farina di semi di chia (o di lino, ma la Chia è più buona)
Sale
Zucchero
Ammoniaca per dolci
Acqua o latte
Olio (di riso o di vinacciolo, ma vanno bene tutti)

Mescolo la farina di semi di chia con il sale, una cucchiaiata di zucchero, l'ammoniaca per dolci. Aggiungo l'olio e l'acqua o il latte,
Mescolo, aggiungo la farina, q.b. come tutto il resto.

Stendo a forma di teglia e inforno (o di padella e metto sul fuoco bassissimo - fiamma a malapena visibile- coperta dal coperchio) . Si può mettere un panno o un asciugamano ripiegato sul coperchio per mantenere il calore.
Lasciar cuocere fino a metà cottura poi girare.
Non distrarsi... non andare "per un attimo" dalle amiche, perché anche se il fuoco è bassissimo, se si inizia a chiacchierare poi i biscotti bruciano...

Devono essere sottili, perché lievitano tantissimo, e ben cotti, perché l'ammoniaca deve evaporare e uscire.
Si possono fare anche con le normali "bustine" di lievito per dolci, ma non vengono così buoni. Resta un retrogusto di lievito, che deve essere mascherato da vaniglia o limone o altri aromi. Chi è abituato ai biscotti acquistati non lo sente, ma c'è.

I biscotti non devono seguire una formula chimica.
Se si mette un cucchiaio in più o in meno di qualsiasi ingrediente non esplode nulla.
Questa è la versione semplice. Ci si può mettere di tutto: mandorle, nocciole, cacao, gocce di cioccolato, uova, latte... anche tanto zucchero, volendo.
Biscoruote

Non sono belli, ma che fresco, in casa!

6 commenti:

  1. Invece sono proprio belli.valentina

    RispondiElimina
  2. Ciao, interessante la ricetta bello poterli cuocere in padella...e se metto il cremor tartaro? farò una prova in montagna avrò più tempo e..voglia di cucinare ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao!
      La ricetta non è niente di che, tu sei la maga dei biscotti semplici e di certo li sai fare anche migliori.
      Il cremortartaro non l'ho mai messo nei biscotti. Lo usavo per il didò e basta.
      Così non ti so dire se vengono bene.
      Ti so dire che a mio parere Il normale lievito vanillinato è peggio dell'ammoniaca per dolci, questo sì.
      Se tu l'hai sempre messo sicuramente va bene.
      L'anno scorso lasciavo intere le ruote, spezzandole prima di mangiarle. Quest'anno ho voluto provare a tagliare i dischi di pasta.
      Dai, prova! Mi dirai.
      Ciao!

      Elimina
    2. Di solito , tu lo sa, preparo biscotti semplicissimi anche senza nessun lievito o una punta di bicarbonato...non mi piace l'idea di metterci l'ammoniaca x dolci...non so penso che sia difficile farla evaporare completamente non l'ho mai provata, domani parto per la montagna e , forse perchè ho una lunghissima lista di "devo fare", avrò il tempo per sperimentare, riposati ;-)

      Elimina
    3. Sì, falli con la tua ricetta preferita!
      Ciao, buone vacanze.

      Elimina

Grazie per il tuo commento.

Pentatoma rufipes

Questa cimice dei boschi l'ho riconosciuta da me, Quindi l'eventuale errore è tutto mio. È una Pentatoma rufipes , che attacca gli ...