mercoledì 3 febbraio 2016

Grandine

L'inverno è stato insolitamente mite, anche se nell'ultimo periodo le temperature si erano un po' abbassate.
Infatti le piante che si erano salvate, per esempio il pisello odoroso perenne, nasturzi e tagete, negli ultimi giorni si sono seccate.
Oggi la sorpresa meteorologica: temporale con tuoni e grandine.

Per fortuna nell'orto non c'è quasi nulla, meglio adesso che in estate.
Mi dispiace solo per il "broccoletto all'olio" che avevo programmato di raccogliere domani.
Ne ho diverse piantine sparse qua e là, non sono grandi ma in questa stagione le foglie non possono crescere più di tanto, lasciandole si rovinano inutilmente.



Evidentemente dovevo parlare della "vaschetta della desolazione" perché vi spuntasse qualcosa.
In contemporanea, dopo tanto tempo, sono nate le piantine di Benincasa hispida e (credo) di prezzemolo riccio. Già, perché è passato molto tempo da quando le ho seminate e ci ho aggiunto qualche altro seme.

Ricordo che non è ancora stagione di semine.
Io sono maniaca e semino sempre molto presto.
La semina di Benincasa inoltre non era nemmeno programmata. I semi non mi sembravano maturi, così ne avevo messi alcuni nel panno umido per verificarne la germinabilità, poi nonostante ne abbia tantissimi altri mi dispiaceva buttare quelli radicati, così l'11 dicembre scorso li avevo interrati nella vaschetta.


Nessun commento: