martedì 24 luglio 2018

Il ragno, la mosca e la tetragonia

Un ragno sta preparando il suo pranzo

E io sto preparando il mio: raccolgo la tetragonia. Notare la robustezza delle piante. Quest'anno è quasi rampicante, nel senso che anziché strisciare i fusti si innalzano. Queste della foto si ergono senza sostegni per almeno una cinquantina di cm.
Le foglie sono impressionanti. Si può confrontare la misura delle foglie con la misura della catinella dove sono appoggiate.
Le piante stanno buttando fuori "le femminelle" e non glielo voglio permettere. Loro da ogni foglia buttano un getto secondario! Già c'è una confusione incredibile, se lasciassi la tetragonia "allo stato brado" non ci si salverebbe più.


2 commenti:

  1. Ed io neanche una piantina!!
    Mi piace molto e mi ricorda mio padre, che nei lontani anni '60 la coltivava nella nostra casa al mare in Calabria. I semi provenivano dai Fratelli Ingegnoli,noi vivevamo a Milano e comprò tutto per l'orto i frutti ed il giardino da loro ,allora era forse il vivaio più fornito in Italia.Ho piantato i semi che mi hai mandato ma forse io o il terreno non mi hanno favorito.Ci riproviamo??

    RispondiElimina

Grazie per il tuo commento.

Banca dei semi!!!

Finalmente è arrivato IL BUSTONE, come viene chiamato in gergo. L'ho trovato sul davanzale, lanciato dal mio postino acrobatico Nicolas....